Soluzioni di Comunicazione

comunicazione tra Brand e Pubblicità

Soluzioni di Comunicazione

comunicazione tra Brand e Pubblicità

soluzioni

ahh ... per riuscire a sfondare ci vorrebbe la classica idea geniale! bhe ... Certamente! Certamente NO

L'idea geniale non serve quasi a nulla! Anche avendola, necessita di fondi, struttura e organizzazione, ci vogliono soldi e anche con tutto il coraggio oggi le banche sono restie a concedere finanziamenti, ben che vada in genere rimane solo in tasca a lasciar rimpianti. In effetti non serve l'idea geniale ne basta una discretamente buona, giusta, e l'idea giusta probabilmente nel quotidiano di ciascuno è già presente ed è proprio quello che si sta già facendo, per cui esiste già una struttura e un organizzazione.


La domanda nazionale interna è sicuramente scesa, ma in questi anni ormai tutti si sono messi a fare e dire la stessa cosa. Un prodotto per cui c'è domanda ma che è offerto senza differenza sul mercato è definito una commodities, non fa molta differenza che oro comprare o che benzina, si acquista quella dove costa meno (sempre che esista un prezzo differente).
Quindi una volta pronto un prodotto o un servizio da poter offrire, quello che serve è una Brand Identity.

ci vorrebbe un'idea
Roberta Account
Roberta Account

Comunicazione Pubblicitaria

Se l'azienda possiede però già una solida o comunque valida brand identity, è possibile operare altri tipo di campagne di tipo prettamente pubblicitario, una campagna pubblicitaria parte dall'esame del target dell'esterno e declina le particolarità del prodotto/ servizio per l'esterno.

Brand Identity,

ovvero trasformare le proprie diversità in motivi di acquisto per il cliente.

Un prodotto per cui c'è domanda ma che è offerto senza differenza sul mercato è definito una commodities. L'oro o il petrolio il latte hanno lo stesso prezzo da per tutto, ma proviamo a prendere una commodities come il latte e si enfatizzi un dettaglio intorno alla marca come il Km 0, (in fondo quasi tutto il latte fresco potrebbe esserlo), ora quel latte diventa speciale anche se assolutamente come prima, e la marca ora ha una sua peculiarità, un plus spendibile per migliorare le vendite o creare premium price. Al di la dell'esempio superficialotto, questa operazione è uno dei passi per costruire una Brand Identity, un'operazione che parte dall'analisi dall'interno dell'azienda per poi rivolgersi verso l'esterno.

Allestimento brand design
Progetto tono brand
Analisi della corporate aziendale

DECLINAZIONE SULL'ESISTENTE

In ultima fase di sviluppa l'immagine aziendale, con il materiale di abbinamento standard, quali brochures, cartellette, etc..., e si declina il tono e gli elementi di visual definiti nei vari canali di comunicazione aziendale rivolti a tutti gli stakeholders, dal sito agli interni del PV.

CREAZIONE DEL TONO

Una volta definiti i valori chiave che possano sorreggere una brand identity di successo, si può sviluppare un eventuale payoff, un logo (se non ci fosse ancora o a cui fare un restyling) e infine tradurre tutti questi elementi concettuali in un visual, definendo un tono, definendo i colori, i materiali, gli abbinamenti.

ANALISI DELLA CORPORATE

La prima operazione è un analisi approfondita della corporate aziendale, la storia, la mission e più a lungo termine quale vision, estrarre i valori per capire quali possano diventare dei tratti distintivi da trasformare in elementi di rilevanza.

Allestimento brand design

DECLINAZIONE SULL'ESISTENTE

In ultima fase di sviluppa l'immagine aziendale, con il materiale di abbinamento standard, quali brochures, cartellette, etc..., e si declina il tono e gli elementi di visual definiti nei vari canali di comunicazione aziendale rivolti a tutti gli stakeholders, dal sito agli interni del PV.

Progetto tono brand

CREAZIONE DEL TONO

Una volta definiti i valori chiave che possano sorreggere una brand identity di successo, si può sviluppare un eventuale payoff, un logo (se non ci fosse ancora o a cui fare un restyling) e infine tradurre tutti questi elementi concettuali in un visual, definendo un tono, definendo i colori, i materiali, gli abbinamenti.

Analisi della corporate aziendale

ANALISI DELLA CORPORATE

La prima operazione è un analisi approfondita della corporate aziendale, la storia, la mission e più a lungo termine quale vision, estrarre i valori per capire quali possano diventare dei tratti distintivi da trasformare in elementi di rilevanza.

Come unica azione Pubblicitaria

Come unica forse no, ma come prima azione pubblicitaria, bisogna declinare correttamente i valori definiti sul target con una strategia specifica

ANALISI DEGLI OBIETTIVI

Insieme al cliente si definiscono obiettivi e tempi, quello che ovviamente è il potenziale del budget, si distinguono obiettivi di Marketing da quelli di Comunicazione e si stimano le potenzialità di redemption.

ANALISI DEL TARGET

Definiti obiettivi e budget, vengono analizzati i target, i focus ed eventuali opinion leader, si considerano i media da sfruttare e si stende una road map dell'intervento.

LA STRATEGY

Una volta eseguite le debite analisi precedentemente citate, si passa alla fase più strategica in cui si definiscono messaggi e toni per poi finire con una proposta di visual.

ANALISI DEGLI OBIETTIVI

Insieme al cliente si definiscono obiettivi e tempi, quello che ovviamente è il potenziale del budget, si distinguono obiettivi di Marketing da quelli di Comunicazione e si stimano le potenzialità di redemption.

ANALISI DEL TARGET

Definiti obiettivi e budget, vengono analizzati i target, i focus ed eventuali opinion leader, si considerano i media da sfruttare e si stende una road map dell'intervento.

LA STRATEGY

Una volta eseguite le debite analisi precedentemente citate, si passa alla fase più strategica in cui si definiscono messaggi e toni per poi finire con una proposta di visual.

Perchè quando diventiamo tutti uguali diventa solo una questione di prezzo!
What Studio facciamo la differenza.

Chiudi
^