Obiettivi
strategia
Pubblicità

Definire un obiettivo e raggiungerlo

Definire un obiettivo a volte non è così scontato, in effetti esistono obiettivi di vendita (di marketing) che di solito sono l’esigenza principale dell’azienda (vendere, migliorare l’utile, etc) e obiettivi di comunicazione, obiettivi cioè da perseguire per poter raggiungere gli obiettivi di vendita. Indipendentemente dall’obiettivo che si vuole raggiungere è poi necessario stendere una strategia per perseguirlo. Fatta premessa che ogni caso naturalmente è a se e differisce dall’altro, è possibile strutturare una traccia di massima di una strategia di comunicazione. Definizione degli obiettivi di marketing, definizione del budget e dei tempi, quindi individuazione e analisi del target. Una volta definito a chi parlare e con quale fine, si analizza cosa abbiamo da proporre, quindi l’analisi della marca. Facendo uno più uno mettendo insieme cioè target e marca si raccolgono possibili insight. Si analizza la concorrenza per trovare punti di forza e debolezza, posizionamenti utili, nuove nicchie di target e comportamenti. Questa analisi in genere permette di formulare obiettivi di comunicazione utili ai nostri obiettivi primari. A questo punto è finalmente possibile formulare una copy strategy, una identificazione dei touchpoint e finalmente la produzione creativa. A chiudere e raccogliere il tutto la distribuzione della campagna nel tempo e con i costi in un mediaplan.
Comunicazione digitale

  • Slogan
  • Analisi

    Qualunque strategia pubblicitaria definito un budget rispetto all'obiettivo, parte da un'analisi del target, del suo comportamento di consumo, dei suoi indicatori sociodemografici e psicografici, per arrivare ai suoi insight. Si studia il comportamento di marca e infine si elaborano possibili obiettivi di comunicazione per arrivare a esaudire l'obiettivo di marketing iniziale.

  • Simboli
  • Promessa

    L'elemento primo di una comunicazione pubblicitaria è stabilire una promessa, che rispecchi caratteristiche più oggettive (se l'oggetto protagonista possiede plus oggettivi e razionali) o più psicologiche. Basandosi sull'analisi fatta sugli insight ricevuti si ricerca un legante per stabilire rapporti profondi a forte valenza emotiva tra il brand e i consumatori.

  • Tono
  • Reason Why e Support Evidence

    Il linguaggio pubblicitario una volta formulata una promessa, sviluppa tramite il classico modello della copy strategy una spiegazione dei perchè della promessa, del resto in una veloce Headline non si può certo dire tutto, anzi qual'ora utile si può aggiungere un approfondimento di prove a sostegno aggiungendo un Support Evidence.

  • Forme & Colori
  • Tone of Voice, Forme & Colori

    Una volta che sono chiare le idee e si sa cosa dire, finalmente entrano in gioco gli elementi visivi, magari tramite un moodboard si costruisce il tono visivo della comunicazione. Solo alla fine entrano in gioco gli aspetti della progettazione grafica, dalla scelta dei colori e textures al posizionamento degli oggetti, l'equilibrio tra le forme e i dati testuali del messaggio.

  • Mezzi & Media
  • MediaPlan

    Costruito il messaggio, ma sempre più spesso in simbiosi e contemporaneità con questo, si definiscono i touch point, i mezzi di contatto, le tipologie di attività da scadenziare e inserire in una timeline, un Mediaplan. Manifesti, pubblicità sui giornali, rappresentazioni dinamiche su autobus e treni, brochure o flyer, piuttosto che attività di comunicazione non convenzionale ed eventi.

Strategia di
Comunicazione

Progettare una efficente strategia di comunicazione è forse l'elemento più importante per il raggiungimento degli obiettivi di marketing, gli elaborati grafici, video, o gli strumenti relazionali, dovrebbero sempre essere articolati e coordinati da questa.

Non si può non comunicare, si può solo scegliere se farlo in modo casuale oppure scegliere di farlo strategicamente

Perchè quando diventiamo tutti uguali diventa solo una questione di prezzo!
What Studio facciamo la differenza.

Chiudi
^